Gestione Del Rischio Clinico


   Gestione Del Rischio Clinico    

Responsabile Dott. Vincenzo Arbucci


  Recapiti:

Tel./Fax. 0825/203052
Segreteria: 0825/203629
E-mail: rischioclinico@aosgmoscati.av.it
Pec: rischioclinico@cert.aosgmoscati.av.it
 

 

L' A.O.R.N.A.S. "San Giuseppe Moscati" di Avellino ha avvertito la necessità di sviluppare un processo di Gestione del Rischio Clinico, partendo dall'individuazione degli eventi che possono causare conseguenze negative e/o pericolose. Il Rischio Clinico è definibile con Kohn, (IOM 1999) nel seguente modo: la probabilità che un paziente sia vittima di un evento avverso, cioè subisca un qualsiasi "danno o disagio imputabile, anche se in modo involontario, alle cure mediche prestate durante il periodo di degenza, che causa un prolungamento del periodo di degenza, un peggioramento delle condizioni di salute o la morte". L'errore deve essere visto come il risultato di un fallimento del sistema, inteso come insieme di elementi umani, tecnologici e relazionali, interconnessi, interattivi e finalizzati a un obiettivo comune. La correzione consiste nell'individuazione dei problemi tale da creare nuovi processi, anche verificabili dal punto di vista dei criteri della qualità.
La Gestione del Rischio Clinico diventa un processo sistematico d'identificazione, valutazione e trattamento dei rischi, sia attuali che potenziali, che migliori la sicurezza dei pazienti, riduca i costi, attraverso la riduzione degli eventi avversi prevenibili. Questa attività deve creare i presupposti affinché l'organizzazione sia attrezzata a ridurre al minimo i margini di errore e, traendo insegnamento dall'evento indesiderato, attivando percorsi virtuosi di miglioramento continuo e riduzione dei perimetri del rischio, sviluppando un sistema di gestione delle attività che, attraverso l'utilizzo di diverse metodologie, ricerchi l'appropriatezza, la qualità e la sicurezza delle prestazioni erogate. La Gestione del Rischio Clinico diventa un fondamento indispensabile e strategico nelle procedure di miglioramento continuo della qualità.

Il Ministero della Salute ha predisposto un documento "Clinical Risk Management in Sanità" che conclude con le seguenti raccomandazioni:

Individuare un modello organizzativo uniforme per la Gestione del Rischio Clinico;
Elaborare direttive e linee guida per la rilevazione uniforme degli errori e dei rischi di errori nelle strutture sanitarie;
Promuovere eventi di formazione per diffondere la cultura della prevenzione dell'errore;
Promuovere la segnalazione dei near misses;
Sperimentare, a livello aziendale, metodi e strumenti di segnalazione degli errori, di raccolta e di elaborazione dei dati per ottenere informazioni sulle procedure ad alto rischio e sulle frequenze degli errori;
Monitorare periodicamente e garantire un feed back informativo;
Avviare la costituzione di un network per la realizzazione di un database nazionale per la raccolta dei dati relativi alla sicurezza dei pazienti, anche al fine di istituire un Osservatorio a livello centrale;
Definire misure organizzative e appropriate tecnologie per la riduzione degli errori evitabili;
Favorire, anche attraverso opportune sperimentazioni, lo sviluppo di modelli organizzativi e supporti tecnologici innovativi per migliorare la sicurezza.

Appropriandoci di queste chiare indicazioni abbiamo indotto nell'A.O.R.N.A.S. "San Giuseppe Moscati" di Avellino lo sviluppo di una cultura positiva che vede nell'errore un'occasione per migliorare; non dobbiamo limitarci al concetto che l'errore costa (in termini di costi assicurativi, di degenze prolungate, di perdita d'immagine per l'azienda, ecc.), ma impegnarci a diffondere in tutta l'azienda una cultura della sicurezza insieme all'introduzione di sistemi, metodologie, procedure, strumenti per ridurre gli errori.
In tale contesto riveste una fondamentale importanza la gestione dei rischi in ambito sanitario, con la conseguente necessità dell'adozione, da parte delle Aziende Sanitarie pubbliche e delle strutture private accreditate, di processi di gestione degli stessi. Federsanità – ANCI, insieme ad Agenas, ha sviluppato un "MODELLO SISTEMICO DI GESTIONE DEL RISCHIO IN SANITÀ", per fronteggiare la diversità e molteplicità degli approcci che potevano realizzarsi. Il suddetto modello descrive i requisiti che deve soddisfare un'Organizzazione che abbia la volontà di dimostrare la propria efficace gestione del rischio in ambito sanitario ed è applicabile a tutte le strutture ospedaliere e sanitarie, pubbliche e private, che svolgono attività cliniche, diagnostiche o connesse. La sua implementazione parte da una fotografia del rischio, su base soggettiva ed oggettiva e i risultati raggiunti sono certificabili da Parte Terza.
L' A.O.R.N.A.S. "San Giuseppe Moscati" di Avellino è stata la prima azienda ospedaliera in Italia ad ottenere il certificato di qualità per la gestione del rischio - il primo livello nel novembre 2014 e il secondo livello il 19 settembre 2016 - secondo il modello di Federsanità e Agenas, da parte di ente terzo, quale Bureau Veritas, azienda francese, leader a livello mondiale nella valutazione e analisi dei pericoli legati alla qualità, all'ambiente, alla salute, alla sicurezza e alla responsabilità sociale.
 


                             Materiale formativo per i facilitatori :

La Comunicazione interna ed esterna         
dottor Maria Egidia Gabrieli

Fondamenti di Gestione del Rischio Clinico
dottor Vincenzo Arbucci

Emergenza e Comunicazione del Rischio Clinico  
dottor Vincenzo Arbucci

La comunicazione degli eventi avversi   
dottor Vincenzo Arbucci

Breve glossario per la Gestione del Rischio Clinico   
dottor Vincenzo Arbucci

Il Consenso Informato      
dottor Fernando Salerno


Modulistica aggiornata per la segnalazione degli eventi sentinella

Guide ministeriali "Uniti Per La Sicurezza"

Il Consenso Informato: Introduzione alle linee guida, I requisiti per un Consenso Informato 

In   per gli utenti loggati, è possibile scaricare dalla sezione Utilità - Modelli Rischio Clinico la seguente modulistica:


a)  Moduli base redatti dal Medico Legale Dottor Fernando Salerno
         
-  "DICHIARAZIONE DI RIFIUTO di PROCEDURA DIAGNOSTICA O TERAPEUTICA"

- "DICHIARAZIONE DI NON ACCETTAZIONE DELLA PROPOSTA DI RICOVERO"

- "DICHIARAZIONE DI DIMISSIONE CONTRO IL MOTIVATO PARERE CONTRARIO DEL SANITARIO RESPONSABILE"

- "DICHIARAZIONE DI CONSENSO DEGLI  ESERCENTI  LA PATRIA POTESTA' ALL'ESPLETAMENTO DELLE ATTVITA' ASSISTENZIALI PER IL MINORE" 


b) Scheda per la implementazione della Raccomandazione Ministeriale,  La prevenzione per la ritenzione di garze, strumenti o altro materiale all'interno del sito chirurgico.

c) Procedure gestionali attuative degli obiettivi del "Manuale per la sicurezza in sala operatoria: raccomandazioni e checklist"

d)Checklist per la sicurezza in sala operatoria

 

Per accedere all'elenco dei Facilitatori per la gestione del Rischio Clinico
cliccare QUI per scaricare l'allegato